Serbia, l’opposizione scende in piazza: in migliaia a Belgrado

di | 15 Aprile 2019



L’opposizione al governo serbo scende in piazza per protestare di fronte al Parlamento a Belgrado. Al termine della manifestazione, snodatasi per le vie del centro, è stato dato all’esecutivo un periodo di sei giorni per accogliere le richieste presentate dagli attivisti, tra cui la creazione di una commissione mista che prenda decisioni vincolanti su libere elezioni. In caso contrario sabato verrà organizzato un altro corteo.

Le richieste dell’opposizione – La commissione mista governo-opposizione dovrà occuparsi di tre tematiche principali: definire le condizioni per elezioni libere, corrette e democratiche; eleggere i nuovi componenti dell’organismo che regola l’attività dei media elettronici (Rem) e designare un nuovo management tecnico e giornalistico della tv pubblica Rts e di quella regionale della Voivodina (Rtv). L’opposizione si è detta pronta a negoziare con gli organi competenti, tranne che con il presidente Aleksandar Vucic e con la numero uno del Parlamento Maja Gojokovic.

Il governo serbo: “Richieste ridicole” – Il ministro dell’Interno serbo, Nebojsa Stefanovic, ha definito tali richieste “ridicole” e non basate sulla realtà. Per il ministro, in tutti gli interventi succedutisi alla manifestazione non è stato proposto nulla ai cittadini, ma si sono sentiti “solo insulti, minacce e parole di odio contro il governo”. Stefanovic ha ribadito che al raduno, all’inizio, erano presenti circa 7.500 persone, numero questo che si è ridotto successivamente dopo alcuni degli interventi dal palco.

Manifestazione a sostegno dell’esecutivo – Molti di più, ha affermato ancora il ministro dell’Interno, saranno i dimostranti alla manifestazione a sostegno del governo in programma il 19 aprile a Belgrado, quando a suo avviso a scendere in piazza saranno “non meno di 100mila persone provenienti da tutto il Paese”. Stefanovic ha poi respinto le accuse secondo cui la polizia avrebbe impedito ad alcuni autobus e veicoli con a bordo oppositori di raggiungere Belgrado per partecipare alla manifestazione.




http://www.tgcom24.mediaset.it/rss/mondo.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *