Cadavere insepolto: Molinari paga il funerale

di | 29 Gennaio 2019


Cadavere insepolto: Molinari paga il funerale. Il Consigliere Regionale: “Se qualcuno vuole condividere il gesto è benvenuto”.

Cadavere insepolto: Molinari paga il funerale

Nella foto la scena della disgrazia in cui è morto il nigeriano.

Leggi anche: Tragedia treno: il resoconto ufficiale di Polfer

Era la notizia di apertura del nostro giornale in edicola da lunedì 28 gennaio. Il Nigeriano che a fine ottobre è morto dopo essersi lanciato da un treno in corsa non ha ancora avuto sepoltura. Ebbene il Consigliere Regionale Gabriele Molinari ha annunciato sulla sua pagina Facebook di volersi far carico delle spese.

Nel post si legge fra l’altro: “Una situazione indegna, purtroppo non infrequente, comunque ai confini della realtà. Non m’interessa trovare il responsabile o “un” responsabile; chiunque sia, se c’è, risponderà alla propria coscienza. Per ciò che mi riguarda ho deciso di fare la mia parte e occuparmene direttamente, per quel che sarà possibile anche economicamente. Non posso accettare di vivere in una comunità che trascura o rifiuta le più elementari forme di solidarietà, specialmente in casi come questo. Soprattutto non voglio”.

“Non lo faccio per pubblicità ma perché me lo detta la mia coscienza – conferma al telefono – se altri vogliono unirsi a me sarò ben lieto di condividere con loro questo gesto di umanità”

La vicenda

L’Asl Vc aveva chiesto al Comune di San Germano di provvedere al “funerale di carità”, ma la Giunta Rosetta ha respinto la richiesta con una delibera nella quale richiamava diversi articoli di legge e faceva presente che non solo l’agente di Polizia Locale, subito accorso sul luogo della disgrazia, era stato cacciato ma che nessun Ente, né la Procura né altri aveva contattato il Comune né per il recupero salma, né per concordare il funerale. Inoltre ha respinto al mittente la fattura relativa al recupero della salma del poveretto. Spiegando le ragioni della decisione il Sindaco Michela Rosetta aveva sottolineato che la decisione era stata presa unicamente perché, nelle circostanze del caso, le spese non competono al Comune di San Germano e pagarle sarebbe un danno per i cittadini.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE


https://notiziaoggivercelli.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *