Brexit, Westminster approva un emendamento per modificare l’accordo

di | 29 Gennaio 2019


Brexit, Westminster approva un emendamento per modificare l'accordo

La Camera dei Comuni dice sì alla richiesta avanzata dalla premier Tory, Theresa May, di un mandato per cercare di ridiscutere con l’Ue l’accordo sulla Brexit e di “depurarlo” dal cosiddetto backstop sul confine irlandese. I deputati hanno infatti approvato l’emendamento alla mozione May presentato da Graham Brady che impegna la premier a tentare di negoziare con Bruxelles un piano B che contenga “soluzioni alternative”.

Theresa May si impegna a riavviare i negoziati – Theresa May ha quindi confermato ai Comuni l’impegno a cercare di rinegoziare l’accordo sulla Brexit con l’Ue per ottenere garanzie “legalmente vincolanti” in grado di allontanare la prospettiva di un’attivazione del cosiddetto backstop sulla questione irlandese. May nello stesso tempo ha ribadito la volontà di Londra di assicurare che il confine fra Irlanda e Irlanda del Nord resti “senza barriere”.

La premier ha poi chiesto un confronto a Corbyn, che ha accettato – La premier britannica ha poi accolto con favore l’emendamento non vincolante contro una Brexit no deal, ma ha avvertito che “opporsi a un no deal non basta”, occorre trovare un deal, e ha rilanciato l’invito a Jeremy Corbyn a un confronto diretto. Un invito respinto in passato, ma che il leader laburista ha stasera accettato, considerando soddisfatta la precondizione su un impegno della premier Tory a scongiurare l’epilogo di un’uscita dall’Ue senz’accordo.

Tusk frena: “L’accordo con l’Ue non si può rinegoziare” – Ma Bruxelles frena. “L’accordo raggiunto è e resta il migliore e unico modo per assicurare una uscita ordinata della Gran Bretagna dall’Ue. Il backstop è parte di quell’accordo, e quell’accordo non è aperto a nuovi negoziati”. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, commentando l’esito della votazione a Westminster.




http://www.tgcom24.mediaset.it/rss/mondo.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *